Suor Angelica

Sister Angelica

Notes on the Libretto

The text of this libretto is based on the first Italian/English libretto published in the United States, copyright 1918 by G. Ricordi & Company, 14 East 43d Street, New York. This text differs in many respects from the words set by the composer. Significant differences are noted below, with the published text on the left and the text as set on the right. Apart from the silent correction of a few obvious typographical errors, the text corresponds precisely to that of the published libretto.

Concerning the English version, it is to be understood that this was intended as a singing translation. It is consequently less faithful in details of word or spirit to the original than some others. Nevertheless, as the translation provided for the world premiere of the opera and the first published vocal score, both prepared under the supervision of the composer, it must be accorded a certain degree of special authority and interest.

1. PERSONAGGI: The cast list for Suor Angelica differs from those of its two companions of Il trittico in not providing ages for the characters. Ages in cast lists are unusual when they are not dramatically significant features of the character, so it is all the more noteworthy that they are given for (almost) all the principal roles in both Il tabarro and Gianni Schicchi, and this despite the fact that those two works had different librettists. (Forzano wrote both Suor Angelica and Gianni Schicchi.)
There are few clues to the ages of any of the characters save Sister Angelica herself. (Her aunt is described simply as "old"). We know that she has been in the convent for over seven years; that she has a sister young enough that when Angelica last saw her, before entering the convent, her marriage would have been incredible; and that their parents died twenty years ago. From this we can conclude that Anna Viola, the younger sister, must be at least 20, and cannot be much older than 25 or so. Since Angelica pictures Anna Viola as a baby sister, their age difference must be at least three years, likely more. Angelica was thus at least 3 when her parents died, and presumably under 20; otherwise there would have been no reason to place her under the care of her aunt. Also, the aunt mentions that the daughters were still children at the time (in a phrase cut from the score: see note 25). Therefore she must now be at least 23 and at most 40. Since the unnamed but obvious sin that forced her into the convent seems more likely in a girl of 17 than a woman of 33, she is now most probably in her late 20's.
What we know about Sister Genovieffa is that she has been in the convent for five years, and was a shepherdess before that, so we might guess that she is of about the same age or rather younger than Sister Angelica.
For what it is worth, at the premiere performance of Il trittico the only roles in Suor Angelica taken by singers who also appeared in either of the other operas were those of the Monitor (Zelatrice), sung by Marie Sundelius, who was also La Ciesca (age 38) in Gianni Schicchi, and one of the Postulants (Converse), sung by Marie Tiffany, who was also Nella (age 34) in Gianni Schicchi as well as the lover in Il tabarro, the only named cast member to appear in all three works. Geraldine Farrar, who created the title role, was herself 36 at the time, the same age as Florence Easton, who created the role of 21-year-old Lauretta in Gianni Schicchi the same night. (Claudia Muzio, who created the role of the 25-year-old Giorgetta in Il tabarro, was 29.)
2. The naming of the scenes is an unusual feature of this libretto; but the scene names do not appear in the score.
No sung text for the scene La Preghiera is provided in the libretto. In the score the following text is sung during this scene:
LE SUORE (interno):
Ave, Maria, piena di grazia,
il Signore è teco,
Tu sei benedetta fra le donne,
benedetto il frutto del ventro tuo,
Gesù, Santa Maria,...
prega per noi peccatori,
SUOR ANGELICA (di dentro):
Prega per noi peccatori,
ora e nell'ora della nostra morte.
LE SUORE: Prega per noi peccatori,
ora e nell'ora della nostra morte.
E così sia.
3. “M'accuso della colpa...”: This line is sung by a single postulant, not both. The following stage instruction (Restano in attesa...) is not in the score.
4. The first part of the line (“Con gioia e con fervore!”) is sung by the single postulant. The remainder (“Cristo Signore... ”) is sung by both. The following stage direction, (Si ritirano compunte), is not in the score.
5. (a Suor Lucilla): in the score the stage direction is (a Suor Lucilla, porgendole l'occorente per filare)
6. (Le suore... mormorano: Regina Virginum, ora pro ea.): The Latin text is set to be sung by six nuns,, and there is an additional stage direction:
SEI SUORE: Regina Virginum, ora pro ea.
(Suor Osmina chiude bruscamente la porta della sua cella.)
7. “Poichè il Signore vuole,”: this line is not set.
8. “E per due sere ancor!”: this line is sung by a single nun. The next line (“È Maggio! È Maggio!”) is divided between groups of three sisters each, the next (“È il bel sorriso di Nostra Signora”) between the halves of each section (soprano 1 & 2), and the last lines, like the first, are sung by all.
9. UNA NOVIZIA: the score adds the stage direction: (alla maestra, con fare timorosa).
10. (Le suore, assorte, sembrano rievocare l'immagine della sorella che non è più.) (Un silenzio doloroso è nel chisotro; le suore assorte in un atteggiamento di muta preghiera sembrano rievocare l'immagine della sorella che non è più)
11. quando il getto s'è indorato, quando il getto s'è infiorato,
12. “la morte è vita bella!”: the score adds the stage direction: (rimane come assorta).
13. “Io no!”: the score adds the stage direction: (Suor Angelica va verso i fiori a sinistra).
14. UNA NOVIZIA (timorosa): in the score this and the two preceding ones are each sung by a different otherwise undescribed nun, solo.
15. Although the text of Sister Genovieffa's aria remained unchanged, its musical setting was slightly altered from the original to the revised version of the score in order to accomodate a lower tessitura (by a minor third).
16. SUOR DOLCINA (grassottella e rubiconda): in the score this line is assigned to an unnamed solo nun. The stage direction description of Sister Dolcina as plump and rosy is consequently omitted, and the nuns' subsequent mocking of this sister's gluttony is not attached to Sister Dolcina. The stage direction following those lines (Suor Dolcina resta mortificata e interdetta) is also suppressed. This of course loses the point of Sister Dolcina's specific fixation on food in the subsequent scene.
In the revised version of the score, the line was restored to Sister Dolcina (at a half-tone higher pitch), and the stage direction (Suor Dolcina resta mortificata e interdetta) was also restored.
(a Suor Angelica che sta annaffiando i fiori) (che si è avvicinata in compagnia di alcune suore a Suor Angelica)
18. “ma è tanto tormentata!”: at this point the score adds the stage direction for the nuns: (allontanandosi sempre più di Suor Angelica).
19. “—Perchè?....—Mah!?....”: in the score there is an additional “—Chi sa!” for some nuns between these two words.
20. “Son[o] qui per servire.”: the score adds the stage direction: (piegando la testa).
Buona cerca stasera, Buona cerca stasera,
sorella dispensiera! sorella dispensiera.
(Una cercatrice porta via il ciuchino.)
Per voi, sorella ghiotta.... Per voi, sorella ghiotta....
(offre un tralcetto di ribes)
(La Seconda Cercatrice porta via il ciuchino)
Un tralcetto di ribes! Un tralcetto di ribes!
(vedendo che le altre si scandalizzano): (offrendo alle altre suore)
Degnatene, sorelle! Degnatene, sorelle.
Grazie. Grazie.
22. (Una campanella rintocca; le suore accorrono da ogni parte.): the score omits this stage direction, although the striking of a bronze bell on stage is notated.
23. (Suor Genovieffa si avvicina... indicando con un gesto pietoso Suor Angelica.): This stage direction is not in the score.
24. (come respirando, finalmente): In the score this stage direction is applied not to the sisters, but rather to Sister Angelica (come respirando sollevata) at the commencement of her next line.
25. mi affidarono i figli ancor fanciulli m'affidarono i figli
26. (Si interrompe; pensa un attimo): This stage direction is not in the score (and there is no real musical break).
27. “O sorellina bionda che vai sposa,”: The score adds the stage direction (come in estasi).
28. “Sorella di mia madre,”: The score adds the stage direction (con impeto di ribellione).
29. Implacata son io? Inesorabile? Inesorabile? Inesorabile?
30. “Di frequente, la sera,”: The score adds the stage direction (tornando fredda e composta).
31. che imploro da sett'anni! che invoco da sett'anni!
32. (Un silenzio; la vecchia tace, guardando la madre in angoscia) (con ansia tragica)
33. “Or son due anni”: The score adds the stage direction (freddamente).
34. SUOR ANGELICA (rimasta sola) (Appena uscita la Principessa, Suor Angelica scoppia in un pianto disperato)
SUOR ANGELICA (sempre in ginocchio, con voce desolata)
35. “tu puoi scendere...”: The score adds the stage direction (umilmente).
36. (I lumi del cimitero sono tutti accesi: il chiostro è ormai quasi oscuro. Le Suore escono dal cimitero e si avviano verso Suor Angelica che è come in estasi. Il gruppo delle Suore si avvicina in silenzio. Nella semioscurità sembra che le figure bianche, camminando, non tocchino terra.) ([Suor Angelica] rimani in estasi. Le suore escono dal cimitero e si avvicinano a Suor Angelica, attorniandola)
37. This text was set in the original edition as written. In the revised edition the first two lines are sung (with slightly different text) by Sister Genovieffa alone:
Sarete contenta sorella, Sorella, o buona sorella,
la Vergine ha accolto la prece. la Vergine ha accolto la prece.
Sarete contenta, sorella, Sarete contenta, sorella,
la Vergine ha fatto la grazia. la Vergine ha fatto la grazia.
38. (Suor Angelica si leva come in preda ad un'esaltazione mistica.) (in una esaltazione mistica, ma senza enfasi):
La grazia è discesa, dal cielo La grazia è discesa dal cielo,
già tutta già tutta m'accende, già tutta, già tutta m'accende,
risplende! risplende! risplende! risplende! risplende!
(Entrano altre suore e si uniscono al primo gruppo):
Già vedo, sorelle, la meta.... Già vedo, sorelle, la meta!....
E così sia!
Sorelle, son lieta! son lieta! Sorelle, son lieta, son lieta!
Cantiamo! Già in cielo si canta.... Cantiamo! Già in cielo si canta!
Lodiamo la Vergine santa! Lodiamo la Vergine Santa!
E così sia!
40. The stage directions in the score precede rather than follow the text:
Lodiamo la Vergine santa! (Si ode dal fondo a destra il segnale delle tavolette. Le Suore vengono da ogni parte, si raccolgono e tutte la fila si avviano verso le celle; la teoria bianca entra sotto le arcate di destra; ciascuna suora apre l'uscio della propria cella, entra e richiude)
Lodiamo la Vergine Santa!
Lodiam, lodiamo la Vergine Santa! Amen.
(Si ode dal fondo a destra il segnale delle tavolette. Le Suore si avviano verso l'arcata di destra e la teoria bianca scompare nelle celle.)
41. The score adds the stage direction (dalla cella).
42. (La notte avvolge il chiostro. Sulla chiesetta si va illuminando a poco a poco una scintillante cupola di stelle. La luna dà sui cipressi) (È notte. Si vedono le stelle sulla chiesetta, e a luna dà sui cipressi)
(Si apre una cella: esce Suor Angelica. Ha in mano una ciotola di terracotta che posa a piè di un cipresso; raccoglie un fastelletto di sterpi e rami, raduna dei sassi a mo' d'alari e vi depone il fastelletto; va alla fonte e riempie la ciotola d'acqua: accende con l'acciarino il fuoco e vi mette su la ciotola. Quindi si avvia verso la fiorita.) (Una cella si apre; esce Suor Angelica - ha nelle mani una ciotola di terra cotta - Si ferma presso la croce fra i cipressi e depone la ciotola; prende del sassi e forma con essi un piccolo fornello; raccoglie sterpi e rami e ne fa un fastelletto che depone fra i sassi. Va verso la fonte e riempie d'acqua la ciotola. Coll'acciarino accende il fuocherello e vi pone la ciotola a bollire. Va verso le fiorite.)
43. This passage was set substantially as written in the original edition of the score, but was cut from the revised edition, and a briefer passage substituted, in which Sister Angelica recalls the words of the Nursing Sister. (The preceding musical interlude was also substantially cut in the revised version.) Here are the texts of the original and revised versions:
Amici fiori, voi mi compensate
di tutte le premure mie amorose!
Vieni, oleandro.
Pruno, lauro, ove sei?
Atròpo bello, vieni.
Ed ora a te, cicuta viperina!
Mi dici: «Non scordarmi!»....
No, non ti scordo. Vieni ad aiutarmi!
E siate benedetti, amici fiori,
che consolate tutti i miei dolori!
Suor Angelica ha sempre una ricetta buona fatta coi fiori.
Amici fiori, che nel piccol seno
racchiudete le stille del veleno
Ah, quanto cure v'ho prodigate.
Ora mi compensate.
Per voi, miei fior, io morirò!
44. (Fa un pugnello delle erbe e dei fiore colti e li getta nella ciotola fumante, guarda un attimo il formarsi del veleno, prende la ciotola e la posa a piè della croce; quindi si volge a destra verso le cellette.) (Fa un pugnello delle erbe e la getta nella ciotola fumante, guardando fissa il formarsi del veleno, quindi ritrae la ciotola dal fuoco. Si alza e si volge a destra verso le celle.)
45. (Si leva un grido disperato): This stage direction is not in the score.
46. (Già le sembra udire le voci degli angeli imploranti per lei la Madre delle Madri.) (A questa invocazione rispondono le voci degli Angeli che levano l'Inno alla Madre delle Madri)
47. There is additional text for the chorus of angels before and after that in the libretto:
O gloriosa virginum
Sublimis inter sidera,
Qui te creavit, parvulum
Lactente nutris ubere.
Quod Heva tristis abstulit
Tu reddis almo germine:
Intrent ut astra flebiles,
Cœli recludis cardines.
Regina Virginum, Salve, Maria!
Mater castissima, Salve, Maria!
Regina pacis, Salve, Maria!
O gloriosa virginum,
Sublimis inter sidera
Qui te creavit, parvulum,
Lactente nutris ubere.
Quod Heva tristis abstulit,
Tu reddis almo germine:
Intrent ut astra flebiles,
Cœli recludis cardines...
Gloriosa virginum, Salve, Maria!...
Regina Virginum!
Virgo fidelis! Sancta Maria!
Gloriosa virginum! Salve, Maria!...
Mater purissima! Salve, Maria!...
Turris davidica! Salve, Maria!...
(Suor Angelica vede il miracolo compiersi: la chiesetta sfolgora di mistica luce, la porta si apre: apparisce la Regina del conforto, solenne, dolcissima e, avanti a Lei, un bimbo biondo, tutto bianco....)
(La Vergine sospinge, con dolce gesto, il bimbo verso la moribonda....)

SUOR ANGELICA (supplichevole e disperata)
(E il miracolo s'inizia. La chiesetta appare come gonfia di luce. La porta della chiesa si schiudi lentamente e fra uno sfolgorio mistico si vedrà la chiesa gremita di Angeli. Sulla porta apparirà la Regina del conforto, solenne e dolcissima. e avanti a lei un bimbo biondo, tutto bianco. La Vergine, con un gesto dolcissimo, senza toccarlo, sospingerà il bimbo verso la moribonda)
(Suor Angelica nell'estasi della visione tende le braccia verso il bimbo)
(Il bimbo muove il primo passo... Il bimbo muove il secondo passo...)
(Il bimbo muove il terzo passo. Suor Angelica cade dolcemente riversa e muore. Il miracolo sfolgora)

Notes © Richard S. Bogart 2009

Main pages: [ Libretto | Opera | Composer | OperaGlass]

28 Mar 2009